Abiti per le spose corti: sexy e carina

Chi l’ha detto che l’abito deve essere per forza lungo? Ai giorni nostri, in cui spesso s’incontrano anche abiti per le spose colorati, possiamo sperimentare ciò che vogliamo. Via libera allora a vestiti da sposa corti, al ginocchio o appena più su, ma senza esagerare. Sì perché l’abito anche se in versione short deve pur sempre esprimere eleganza e contegno, degno di una cerimonia seria e importante qual è un matrimonio. Se anche tu sei tra le tante sposine che desidera “darci un taglio” e optare per un vestito originale, fresco ma raffinato, ecco per te alcuni brevi consigli di stile.
Quando indossare gli abiti corti?

Non v’è dubbio che le gambe poco coperte rendano gli abiti da sposa sexy, ma ciò non significa trasgredire con la tradizione e trasformarsi in una femme fatale. Al pari degli abiti più classici, infatti, anche quelli corti possono mantenere quella sobrietà mista a buon gusto richiesta per vestire la sposa nel suo giorno più bello. Ma quando è il caso di scegliere un abito corto, è adatto proprio a tutte, va bene anche in Chiesa o è meglio preferire questa soluzione solo se decidi di sposarti in comune? Iniziamo col dire che questa tipologia di vestito è adatta un po’ a tutte le donne, purché si rispettino alcuni dettami di stile: la gonna o i pantaloncini infatti non devono superare di 5 cm il ginocchio, salvo che non si tratti di una cerimonia informale, tenuta ad esempio in riva al mare. Meglio astenersi poi dall’accoppiata gonna corta-scollatura per non rovinare l’atmosfera di un momento tanto importante come quello del matrimonio. Sempre attuale e molto sofisticato, ad esempio, è il classico tajeur in bianco, avorio o champagne, ideale soprattutto per le sposa non più giovanissime. In chiesa poi è meglio scegliere un vestito dalle lunghezze contenute, mentre per un matrimonio in comune è possibile osare leggermente di più.


Quali accessori abbinare ad abiti corti?

Così come per gli abiti da sposa tradizionali, anche quelli corti richiedono i medesimi accessori, da abbinare in base al proprio gusto personale. Tra questi ricordiamo il sempre attuale velo, da scegliere in base allo stile del vestito, e i guanti che possono essere lunghi o corti, in tessuto o in pizzo. Anche le scarpe vanno scelte e abbinate con cura: nel nostro caso, inoltre, è bene preferire un tacco moderato, soprattutto se la sposa è già abbastanza alta. Altra regola importante riguarda l’utilizzo dei gioielli che non devono mai essere eccessivi e/o troppo abbondanti. Da evitare in generale gli accostamenti con accessori troppo ridondanti; ad esempio, se hai scelto un abitino in pizzo, mai abbinare un coprispalla in pizzo perché la semplicità è sempre sinonimo di eleganza, e non si sbaglia mai!