Abiti da sera neri: perché le ragazze li amano tanto?

Il nero è ovunque protagonista e quando tinge le stoffe degli abiti da sera diventa irresistibile, soprattutto per le ragazze che vogliono essere eleganti e glamour, delle vere dive insomma.

Qual è il successo dell’abito da sera nero?

È raffinato, non è criticabile, snellisce, non è identificabile con una stagione, è veloce e dà sicurezza, quella sicurezza che a volte manca alle ragazze più giovani perché circondate dagli stereotipi che vogliono la donna snella e irresistibile.

Il nero è il vero passe-partout e poi toglie dalla testa quei rompicapi assurdi di come abbinare un pezzo con un altro, quali borse scegliere e quali scarpe accostare.

Se si da uno sguardo veloce al venduto di molti brand di moda, il nero, di qualsiasi taglia, forma o tessuto, rimane sempre il colore vincente.

Il colore nero così rivalutato agli inizi degli anni 80 dal movimento anti-borghese per eccellenza, il punk, oggi è diventato per le ragazze il simbolo di opposte tipologie di donne: quella trendy, la femme fatale, quella che non sapendo cosa mettere si sente a suo agio un colore che non lascia spazio alla discussione. Praticamente tutte!

Bisogna proprio ammettere che gli abiti da sera neri risolve tante situazioni: può cambiare secondo le scarpe, i gioielli o qualsiasi altro accessorio. Con un pizzico di fantasia i vestiti da sera neri moltiplicano i loro usi e possono trasformarsi perfettamente in sofisticati abiti da cerimonia. Si dice poi che ogni colore rispecchia in qualche modo la personalità di chi lo indossa, per il nero non è sempre così perché in base alle occasioni diventa ciò che noi gli permettiamo di essere, con un unico comune denominatore: l’eleganza. La diversa unicità deriva dai suoi drappeggi manuali, dal suo taglio particolare o particolarmente classico, dal suo essere un must in ogni occasione importante.

Vestiti da sera neri: non solo il glamour del lungo

L’abito da sera non è solo da intendere nella sua più classica versione lunga. Gli anni ’20 rivoluzionano completamente il vestire della sera, la ragazza esalta la sua giovinezza con tutto ciò che è scandaloso e proibito. Per la prima volta nella storia della moda, il vestito da sera è corto tanto quanto quello da giorno, si guarnisce di perline di vetro e frange e le scollature diventano vertiginose sia davanti sia dietro. Impossibile dimenticare gli smoking da donna rigorosamente neri di Yves Saint Laurent declinati in diversi tessuti e forme, e rimasti l’emblema di un cambiamento radicale nell’outfit della donna sin dai primi anni ’60.

Il nero si può indossare a un galà, a una prima cinematografica o per qualunque altra occasione speciale. È il pezzo forte che conclude ogni sfilata e nessuno è immune al suo grande fascino.

In definitiva, quindi, i vestiti da sera e gli abiti da cerimonia neri sono da sempre simbolo di eleganza e sontuosità. Capi da sogno per tutte le donne, dall’infanzia in poi. Vestiti che permettono proprio a tutte – non solo alle più giovani – di sentirsi anche solo per poche ore come delle vere star del cinema.